Come nasce Artecrazia

Associazione Culturale Artecrazia

L’Associazione Culturale Artecrazia si occupa della diffusione dell’arte in tutte le sue forme. Per fare questo organizziamo aperitivi culturali con realizzazione di concerti accompagnati da performance artistiche e pittoriche.

 

Le diverse iniziative permettono ad Artecrazia di distinguersi, fin dal principio, nel panorama locale.

Artisti, accademici e intellettuali sono collaboratori preziosi e imprescindibili ma il coinvolgimento del pubblico nella realizzazione degli eventi diventa prima motivo di riflessione e poi motore delle attività dell’associazione.

Performance artistiche, musicali e teatrali ambientate nella Galleria Comunale d’Arte di Cagliari e nei circostanti Giardini Pubblici legano la nostra attività a uno dei luoghi più cari ai residenti che, in particolare durante le “Colazioni in Galleria a km zero”, hanno modo di approfondire le proprie conoscenze in campo artistico anche attraverso il gioco e il cibo.



Associazione culturale artecrazia
Associazione Culturale Artecrazia

I Giardini pubblici diventano protagonisti di ” Solstizio d’Estate “ , una festa che celebra l’inizio della stagione coniugando l’arte e il divertimento. 

Un dj-set accoglie i visitatori all’ingresso, il viale alberato è animato da mangiafuoco e giocolieri che stupiscono i bambini. 

Agli adulti è riservato un reading sotto il ficus secolare mentre la facciata storica della Galleria Comunale d’Arte di Cagliari, divenuta tela bianca,  acquisisce nuove sfumature  grazie alle  performance video proiettate.     

Le collaborazioni di Artecrazia crescono negli anni. Artecracy.eu, testata giornalistica on-line dedicata all’arte contemporanea, realizza insieme all’Associazione diverse iniziative che coinvolgono l’Università degli studi di Cagliari e l’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario di Cagliari (E.R.S.U.).

La conferenza “Lo stato dell’arte, Cos’è Arte oggi” ed il seminario “Potere all’arte, arte al potere, Artecracy: l’Arte che avanza nel XXI secolo” sono esemplificativi di questa evoluzione. Queste attività si configurano come laboratori di riflessione sull’arte contemporanea durante i quali si affrontano tematiche di estremo interesse e complessità: la libertà nell’arte, il ruolo della committenza, il successo di raggrupparsi in movimenti e l’autoreferenzialità del messaggio delle opere.

Artecrazia, Locandina Potere all'Arte arte al potere

Artecrazia ha negli anni affrontato percorsi di disamina di movimenti e personalità che con la loro azione hanno mutato il panorama artistico novecentesco, dando particolare rilievo a figure meno note ma il cui peso, soprattutto in ambito italiano, è da ritenersi considerevole.

La conferenza “La rivoluzione culturale di Palma Bucarelli” e la pubblicazione dell’e-book “Bunker d’Arte Moderna”, prima produzione editoriale originale di Artecrazia curata da Giacomo Dessì e realizzata grazie al contributo dell’ERSU, sono il risultato di questa costante attenzione alla ricerca e all’approfondimento.

Palma Bucarelli, storica direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma dal 1942 al 1975, è stata ricordata per il ruolo imprescindibile nel salvataggio di numerose opere durante il secondo conflitto mondiale ma anche perchè donna libera, indipendente e lungimirante, un’ intellettuale che ha precorso i tempi aprendo le porte delle istituzioni alle produzioni contemporanee.